Settimana 11 – Come ti chiami?

Già, non ci avevi mai pensato prima. Se avrai un figlio, come lo chiamerai? Boh. Ora, però, c’è la possibilità piuttosto alta che tra una trentina di settimane dovrai porti il problema. Ne parli con Marito. Trovate almeno 100 possibilità a testa, 100 per il maschio e 100 per la femmina s’intende, nessuna delle quali vi trova d’accordo.
Optate per il metodo scientifico. Andate in libreria, e comprate il libro dei nomi. Uno per uno. Diversi, ovviamente. Marito sceglie il dizionario completissimo con 160mila epiteti, da Aferre e Zamabondio. Tu vuoi fare l’intellettuale, e ti butti sul grande classico di Fruttero & Lucentini. Quello che ti dà chicche come “Non puoi chiamare tuo figlio Arcimboldo Guglielmo se di cognome fai Scaccabarozzoli”.
Iniziate a stilare la lista. Su un foglio Excel, per essere precisi. Ognuno mette le sue preferenze, poi si vota da 1 a 10 e si arriva ad una classifica dei primi 20.
Marito dà uno zero tondo al tuo 9 Scintilla. Tu replichi con uno zero meno meno per il suo Cleante.
Tu per provocazione nell’elenco ci metti Freccia e Barnaba. Marito risponde con Tamerlano e Ofelia. A Marito piacciono inevitabilmente i nomi tragici, da melodramma o dramma e basta: Tristano, Sigfrido, Brunilde (è un Wagneriano). Alfredo non gli piace perché, nell’opera, quella stecchita è Violetta, mica lui, che resta solo, sì, ma con un sacco di soldi. Tu sei naive per le femmine: oltre Scintilla ti piacciono Futura (come cantava Dalla), Speranza, Isadora, Idea; e papale per i maschi: Urbano, Bonifacio, Benedetto.
Procedete a ruota libera: Adelchi! Grigio! Medardo! Marpessa! Berenice! Teodolinda!
Dopo ore di fatica, mandate la vostra Top 20 ai genitori. A loro date la possibilità non solo di votare (le loro cifre però vanno calcolate 1/3 delle vostre, voi siete la giuria di qualità), ma anche di aggiungere fino ad un massimo di 5 nomi per sesso, non ancora inclusi nella lista.
I tuoi suoceri: Marco, Paolo, Lorenzo, Martina, Carlotta, Lucia.
I tuoi genitori: Giacomo, Jacopo, Niccolò, Caterina, Domitilla.
Tuo fratello aveva già deciso alla Settimana 4: Galileo e Dulcinea.
Tua nonna è come sempre misurata: Tancredi e Ginevra.
Tu e Marito prendete in mano la lista aggiornata. Fate qualche aggiunta, tipo Martino, Ludovico, Elettra, Letizia. Vi scagliate contro o pro ogni nome:
Niccolò: figurarsi, per tutta la vita gli chiederanno se con una o con due “c”. E poi la sua casella di posta sarà sempre Niccolo.Cognome, senza accento. Caterina era la più antipatica della scuola. Paolo, non ti ricordi quanto era brutto quel tuo amico Paolo? Vi arrovellate, votate. Cambiate sensibilmente l’ordine della classifica. Per la femmina potrebbe piacere ad entrambi Armonia. Poi ci ripensate: se viene stonata? Se la chiamano Harmony? E alla fine vi guardate negli occhi e vi dite:
– Sai che c’è? Manca ancora un sacco di tempo, ci penseremo su.

Informazioni su fiammasan

Giornalista, editor, diversamente blogger. Scrive per Vogue Italia e Vogue.it, L'Espresso, e molti altri. Ama le scarpe e di recente si è unita al Lato Oscuro. Journalist, editor, unusual blogger. Writes for Italian Vogue and Vogue.it, L'Espresso, and many others. Loves shoes, and recently joined the Dark Side.
Questa voce è stata pubblicata in Primo Trimestre - Ovvero quando ti dicono tutto cambia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Settimana 11 – Come ti chiami?

  1. movida69 ha detto:

    rido per il foglio excel
    non riesco a usarlo neppure per i conti di casa
    e sì che mi sarebbe utile assai assai
    😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...